Padova calcio di CDM , 09/06/2021 18:41

Della Latta, match winner: Ma se non vinciamo la finale di questa gara si ricorderanno in pochi!

Ronaldo e Della Latta

Il suo undicesimo gol stagionale vale la finale dei playoff di Serie C. “Sì, è forse il mio gol più importante…per ora!” dice subito Simone Della Latta, match winner di Avellino-Padova. Una dedica? “Dovrei dire alla mia ragazza, altrimenti poi se la prende! – scherza il centrocampista, davvero felice – Dico però che la dedica va alla squadra perché anche in questo periodo abbiamo sofferto tanto e lavorato tanto. Non aver vinto il campionato per differenza reti è stata una brutta mazzata ma poi con il tempo ci siamo ripresi e ricompattati. Ora sì, ci godiamo questa vittoria che è davvero meritata”. Gioia negli spogliatoi, ma fino a un certo punto. “Non abbiamo festeggiato perché non abbiamo ancora fatto nulla – racconta Della Latta – Abbiamo solo superato le semifinali. Se non vinciamo la finale poi di questa partita si ricorderanno in pochi: se riusciremo a portare a casa la Serie B sarà ancora più bello e poi davvero si potrà festeggiare”.

Che gara che ha fatto il Padova, contro quest’Avellino. “Una gara davvero combattuta, ma tutto sommato corretta – spiega Della Latta – All’Euganeo è invece stata più violenta: è stata una gomitata dopo l’altra. Il mio gol? Sono contento di aver segnato ma sono contento della partita che abbiamo fatto perché l’Avellino era da novembre che non perdeva in casa. E non abbiamo rischiato granché. Posso dire che il Padova ha fatto una grande partita: già nel primo tempo dell’andata avevamo dimostrato il nostro valore. Loro ci hanno raggiunto solo con un calcio di rigore…” Provocato proprio da lui, che al Partenio si è come fatto perdonare. Vedi il destino? “Il rigore della sfida d’andata? Ci poteva stare…ma insomma, mi è venuto addosso lui. Comunque acqua passata. Nella gara di ritorno abbiamo avuto le palle per portare a casa questo risultato. E ora ci aspetta la finale!”