Padova calcio di Martina Moscato , 10/10/2021 6:49

LE PAGELLE BIANCOSCUDATE. Difesa e centrocampo in difficoltà, bene Saber e Ceravolo

I convocati di Lecco-Padova

Ecco i voti ai giocatori del Padova al termine della prima sfida persa dai biancoscudati dall'inizio del campionato.

DONNARUMMA 6,5: prende 3 gol ma è solo sul primo che si lascia troppo sorprendere dalla conclusione dalla distanza di Masini. Compie anche diversi interventi provvidenziali suonando la carica ai compagni nei momenti più difficili. 
GERMANO 5,5: un rientro non felicissimo, causa Zambataro che gli va via spesso e un’intesa non ottimale con Chiricò. (Dal 34’ st TERRANI 5,5: Zambataro fa diventare matto anche lui). 
VALENTINI 5,5: tenta di chiudere il più possibile gli spazi e riparte spesso palla al piede per far salire la squadra soprattutto quando rimane in 10 ma a tratti va in sofferenza. 
MONACO 5: lascia i suoi in dieci per somma di gialli al 13’ del secondo tempo sul più bello che la rimonta era fatta e si poteva puntare a vincere anche questa. La sua uscita di scena anticipata complica non poco la partita dei biancoscudati. 
CURCIO 6: macina chilometri e mette in mezzo diversi cross. 
SABER 6,5: torna al gol ma non riesce a sorridere. Brucia troppo la sconfitta finale. (Dal 26’ st DELLA LATTA 6). 
BUSELLATO 5,5: partecipa all’azione che porta al 2-1 di Saber ma è l’autore della punizione da cui nasce la prima rete del Lecco. Doveva essere più reattivo e mettersi davanti al pallone dopo il fischio dell’arbitro e invece perde l’attimo e con lui anche Ronaldo. A fine primo tempo viene sostituito. (Dal 1’ st GASBARRO 6). 
RONALDO 5,5: chiude la gara in attacco procurando punizioni e mettendo in area palloni su palloni ma parte da un suo errore su un passaggio in orizzontale nel primo tempo la ripartenza del Lecco da centrocampo che porta al raddoppio di Mastroianni. Anche sul terzo gol fa gran poco per fermare l’uomo che lancia Tordini. 
CHIRICO’ 5,5: non riesce ad entrare in partita come vorrebbe anche se prova più volte a puntare l’uomo. Ha il merito di effettuare il tiro in porta ad inizio ripresa sul quale si avventa poi Ceravolo per il momentaneo 2-2. (Dal 34’ st NICASTRO sv). 
CERAVOLO 6,5: si dà un gran daffare lì davanti. Il suo impegno culmina con il gol del pari che illude tutti possa portare all’ennesima vittoria in rimonta del Padova. Purtroppo non è così ma il sigillo personale (il quarto dall’inizio della stagione) resta ed è di pregevole fattura. 
SANTINI 5: nervoso e poco in partita. A fine primo tempo rimane negli spogliatoi (Dal 1’ st BIASCI 5: si vede gran poco anche lui).