Padova calcio di Luigi Manco - Carlo Della Mea , 24/11/2021 6:07

E' il giorno di Padova-Viterbese, all'Euganeo in palio l'accesso alle semifinali di Coppa Italia

Padova, ecco i convocati

Inizia il tour de force dei biancoscudati: quattro gare in sette giorni. La prima si gioca allo stadio Euganeo: alle 15, Padova-Viterbese, match valido per i quarti di finale di coppa Italia Serie C. Sfida ad eliminazione, chi vince accede alle semifinali. 

COME STA LA VITERBESE I Leoni(soprannome dovuto al simbolo della squadra) sono il fanalino di coda del girone B di Serie C: la Viterbese dopo quindici giornate staziona all’ultimo posto a quota 10 punti in coabitazione con il Grosseto, sfavorita dalla peggior differenza reti. Dopo aver esonerato Alessandro Dal Canto, già tecnico del Padova, e dopo aver esonerato anche il successore, Giuseppe Raffaele, la società gialloblu ha promosso dalla Primavera Francesco Punzi per rimontare la classifica: nelle due gare in panchina una sconfitta al 96′ in casa contro il Pontedera e una vittoria (2-1) sul Gubbio sempre tra le mura domestiche. Partita con ambizioni, finora la Viterbese è stata la grande delusione di questo inizio di torneo. Dopo 15 giornate, due vittorie, quattro pareggi nove sconfitte. Sono 16 i gol segnati (sette nelle ultime quattro partite) e ben 25 quelli subiti: nel girone B, solo Olbia e Carrarese hanno fatto peggio (26). 

I CONVOCATI DA MISTER PUNZI Sono 23 i calciatori convocati dal tecnico della Viterbese, Francesco Punzi, per la trasferta di Padova. Ecco chi sono: PORTIERI: Bisogno, Daga DIFENSORI: D’Ambrosio, Fracassini, Marenco, Pavlev, Ricchi, Urso, Van Der Velden CENTROCAMPISTI: Adopo, Calcagni, D’Uffizi, Ferramisco, Foglia, Iuliano, Megelaitis, Natale, Spolverini ATTACCANTI: Hyka, Murilo, Simonelli, Tassi, Volpicelli.

NEL TURNO PRECEDENTE Il Padova ha sconfitto ai supplementari l’Entella (2-1). La Viterbese ha sconfitto l’Ancona Matelica (0-1) grazie ad un gol di Alvaro Iuliano. 

MODULI SPECULARI? Gli uomini di mister Punzi giocano con un modulo speculare al Padova, 4-3-3 ma, a differenza dei biancoscudati, giocano con il vertice basso invece che con il referente alto. Megelaitis è solitamente chiamato a schermare e a far ripartire la squadra dal basso, cercando di dettare i tempi ma raramente si spinge in stile “Ronaldo”. Gli uomini da tenere d’occhio sono senza dubbio l’esterno sinistro Volpicelli, a quota cinque gol e capocannoniere della squadra, e la punta centrale Volpe che insegue a quota quattro. Il capitano e uomo simbolo è senza dubbio il classe ’88 D’Ambrosio, centrale di difesa. Una curiosità: Dario D’Ambrosio è fratello del difensore dell’Inter Danilo: la scorsa estate èarrivato in gialloblù dopo una buona stagione giocata con la maglia della Sambenedettese. Per lui, diverse stagioni in Serie C e due stagioni in B con la Triestina. 

Leggi Anche